Catia Guidolin

Inizia lo studio del violino a 8 anni e si diploma brillantemente nel 1990 presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto con il Maestro Giuseppe Volpato.
Prosegue la propria formazione al Corso triennale di Perfezionamento e Magistero per violino e musica da camera presso l’Associazione Musicisti Giuliani di Trieste sotto la guida dei Maestri Federico Agostini, James Creitz e Giuliana Gulli. Segue vari corsi di perfezionamento di violino e seminari di musica da camera con i Maestri Franco Gulli, Giulio Franzetti, Domenico Nordio, Dario De Rosa, Mario Brunello, con il Quartetto Shostakovic e, per due anni con borsa di studio, il corso tenuto da Franco Rossi dedicato al Quartetto d’archi, alla Fondazione Levi di Venezia.
Premiata a rassegne violinistiche e ad audizioni per violino presso rinomate orchestre, tra cui l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano e l’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, nel 1993 vince la selezione per “primo dei secondi violini” dell’Orchestra Sinfonica di Milano “G. Verdi”, con cui vanta incisioni discografiche, tournèe internazionali e la collaborazione con direttori e solisti di fama mondiale, quali: R. Chailly, R. Muti, V. Delman, C. M. Giulini, G. Pretre, L. Berio, R. Barshai, A. Ceccato, M. Argerich, T. Varga, V. Repin, M. Rostropovich, M. Brunello, V. Mullova, S. Accardo, J. Bell, L. Pavarotti, P. Domingo, etc. Copre tale ruolo fino all’ottobre 2005, acquisendo una vasta conoscenza del repertorio sinfonico. Contemporaneamente tiene numerosi concerti in varie formazioni cameristiche, con particolare attenzione al quartetto d’archi.
La consapevolezza circa l’importanza di una didattica rivolta all’età prescolare sollecita l’abbandono della compagine milanese per dedicarsi con più corposa attenzione all’insegnamento, pur non trascurando l’attività artistica tramite collaborazioni con prestigiosi complessi italiani quali l’Orchestra Filarmonica della Scala, l’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano e l’Orchestra d’Archi Italiana. È “primo dei secondi violini” ospite dell’Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia.
Nel 2006, a Torino, ottiene con distinzione il “Certificate” di terzo livello per insegnare violino secondo il “Metodo Suzuki”. Progetta il corso per bambini “Vieni a suonare con noi” all’Auditorium di Milano e avvia i corsi Suzuki a Venezia e a Vicenza, dove insegna il Metodo presso il Conservatorio di musica “Arrigo Pedrollo” per diversi anni. Molti i concorsi per studenti, nazionali ed internazionali, vinti dai propri alunni.
Nel 2009 consegue l’abilitazione in “Didattica della musica strumentale” presso il Conservatorio di Musica “A. Steffani” di Castelfranco Veneto. Insegna stabilmente Violino presso l’Istituto Comprensivo 1 “F. Grava” di Conegliano.